Fichi d’India

3,70 al Kg

Un frutto buonissimo, anche se ostico da mangiare. Il fico d’india è un frutto di colore giallo-aranciato, sempre più carico di colore man mano che matura, la sua tipica forma è tonda e leggermente allungata.

Caratteristiche

Un frutto buonissimo, anche se ostico da mangiare. Il fico d’india è un frutto di colore giallo-aranciato, sempre più carico di colore man mano che matura, la sua tipica forma è tonda e leggermente allungata. Uno degli aspetti, caratteristici dei Fichi d’India è la presenza di spine, certo coreografiche, ma non molto comode se si tratta di sbucciarli e mangiarli.
La sua polpa è succosa e carnosa, ricca di acqua, zuccheri, vitamine e sostanze minerali.
Sono un valido aiuto contro i parassiti intestinali e, grazie alla presenza di mucillagini, proteggono la mucosa gastrica.

Periodo Migliore

Da Settembre a Febbraio.

Scegli il meglio

I migliori sono quelli con sfumature tendenti al rosso violaceo, devono essere sodi ma cedevoli al tatto per essere maturi.
L’interno deve essere di un bel colore arancio vivo.

Preparazione

Per prima cosa, mettete i fichi in una bacinella d’acqua e lasciateli in ammollo per circa un’ora, in modo da rendere più agevole il compito di eliminare le spine.
Indossate dei guanti di gomma per precauzione; adagiate quindi il frutto su un piano, bloccatelo con una forchetta e con un coltello tagliate le estremità, come fareste con i pomodori.
Incidete quindi la buccia secondo la lunghezza, cercando di restare in superficie; sempre usando il coltello, staccate una delle due sezioni di buccia ricavate con l’incisione, tenetela ferma con il coltello e con la forchetta fate rotolare il fico d’india nella direzione opposta, in modo da togliere la pelle e scoprire tutta la polpa.

Conservazione

Dopo essere stati ben puliti e sbucciati, si possono mettere in un contenitore di plastica e coperti con un canovaccio prima bagnato con acqua fredda e poi ben strizzato. Si ricoprono i frutti con il canovaccio e si ripongono nel frigo. Durano almeno 3-4 giorni. I fichi d’India così conservati possono essere disposti interamente, a fette o a pezzi.

Cottura

Sono ottimi al naturale, cioè consumati per spuntino o merenda, come qualsiasi altro tipo di frutta; i fichi d’India, inoltre, rappresentano un ingrediente che si presta molto alla preparazione di sorbetti, confetture, gelati e liquori.
Visto il loro forte potere astringente si consiglia di non mangiarne eccessive quantità.

Informazioni aggiuntive

Peso1 kg